Seleziona una pagina

l 2017 ci potrebbe riservare numerose sorprese dal punto di vista energetico. Abbiamo perciò fatto una selezione dei trend che ci sembrano più interessanti per questo nuovo anno che è appena iniziato. Un ruolo di primo piano lo avranno sicuramente il petrolio, le energie rinnovabili e i trasporti.

Il prezzo del petrolio tornerà a salire

Partiamo dal petrolio, il 2016 si è chiuso con un tentativo da parte dei paesi dell’OPEC di dare una spinta in salita ai prezzi del greggio. I bassi prezzi degli ultimi anni erano dovuti anche alla “resilienza energetica” degli Stati Uniti dell’amministrazione Obama. Con i prezzi al barile al di sotto dei 70 dollari la produzione del petrolio non è sostenibile, per i produttori. Ci dobbiamo quindi aspettare una possibile crescita del costo del barile che potrà superare i cento dollari. Ciò potrà portare ad aumento dei prezzi dei carburanti, e di riflesso dei costi della filiera dei trasporti, ma spingerà anche verso soluzioni che bypassano l’utilizzo del petrolio, e qui entrano in scena soprattutto le energie rinnovabili.

L’energia cinese arriverà dal sole

Il nuovo anno sarà l’anno del dragone, in senso metaforico, e un po’ anche energetico. La Cina potrà trovarsi a ricoprire un ruolo sempre più importante, da vero policy maker, per quando riguarda la produzione e lo sviluppo del fotovoltaico. Il 20 gennaio infatti si insedierà ufficialmente Donald Trump, il quale ha espressamente dichiarato di non voler dare continuità alla politica ed agli accordi energetici dell’era Obama. Tale scelta politica dell’America potrebbe lasciare il timone dello sviluppo di questa green energy alla Cina che di energia avrà sempre più bisogno. Risulta quindi strategico sviluppare una leadership nella produzione di energia solare.

L’energia elettrica sarà sempre di più on the road

L’energia elettrica sta conquistando le strade. Il settore dei trasporti è sempre più elettrificato, a discapito dei mezzi di locomozione a motore. Premesso questo, il passaggio dai combustibili fossili al solare non sarà immediato, ma anche per il 2017 vedremo stringere, e consolidare, questa relazione. Ci si può aspettare che le novità più interessanti possano arrivare dalla Tesla di Elon Musk, considerata anche la fusione tra SolarCity e Tesla.

Ciò che speriamo per questo 2017 è una maggiore attenzione nei confronti dei temi energetici. Una contrazione delle emissioni è possibile sia riducendo la nostra dipendenza energetica dai combustibili fossili, sia attuando efficaci politiche di riduzione dei consumi energetici. Quest’ultimo scenario è possibile prevalentemente grazie agli interventi di efficienza energetica. Ci auguriamo infine che efficientare il consumo energetico e ridurre le emissioni di gas serra per produrre energia siano i due binari su cui continueremo a viaggiare in questo nuovo anno. Magari anche più speditamente.